informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come aprire una SRL: l’iter da seguire

Commenti disabilitati su Come aprire una SRL: l’iter da seguire Studiare a Trieste

Aprire un srl è un passo importante e senz’altro non si può fare con avventatezza. Costituire una società a responsabilità limitata significa dover affrontare questioni contabili, di natura fiscale a amministrativa di una certa complessità se comparate con quelle delle ditte individuali. Ma forse ancora non ti sei informato a sufficienza e vuoi saperne di più. Per questa ragione abbiamo scritto quest’articolo, per fornire una panoramica più completa su questo tipo di società e su come funzionano.

Società a responsabilità limitata:

come aprire start up

Prima di costituire una srl è necessario sapere di che cosa si tratta. È una tipologia d’impresa che si riferisce a una società di capitali con obblighi che spettano all’impresa. Ciò significa che se avviene un qualsiasi disguido di tipo finanziario sarà il patrimonio dell’azienda a venirne intaccato. I soci, aventi responsabilità limitata, non vengono coinvolti personalmente nel pagamento di eventuali somme da versare per qualsiasi ragione, da stipendi non corrisposti a fatture ai fornitori.

Esistono due tipi di SRL:

  • Ordinaria
  • Semplificata

Questa distinzione viene fatta in basa agli elementi su cui si basa la fondazione dell’impresa. Per costituire una società a responsabilità limitata dev’essere stipulato un contratto un atto unilaterale che può redigere solo ed esclusivamente un notaio. Prima ancora di rivolgersi a questo professionista sarà necessario avere ben chiaro quali tratti avrà l’attività dell’impresa per individuare la cornice più corretta. Al momento della scelta tra le due tipologie di SRL viene definito quale sarà l’assetto dell’impresa, quante persone ne saranno a capo e quanti soci. Nelle fasi preliminari di solito si stabilisce anche chi diventerà responsabile per la gestione ossia l’amministratore. Non dev’essere per forza una sola persona, diversi professionisti si possono affiancare in questo ruolo.

L’amministratore avrà a disposizione un capitale sociale che verrà versato alla società ma di cui lui sarà responsabile.  E come ultimo passaggio si segnala la tipologia di attività svolta dalla società.

Questi passaggi restano invariati per entrambi i tipi di SRL. Le differenze sono tre:

  • Il capitale della SRL semplificata dev’essere tra 1 e 9.999 euro, quello dell’ordinaria tra 10 mila e 120 mila euro
  • Le regole della SRL semplificate sono definite da norme, mentre quella ordinaria ha libertà di funzionamento
  • I soci della SRL semplificata sono persone fisiche, mentre quella ordinaria può includere anche persone giuridiche

Come aprire una SRL: i passaggi

Dopo aver stipulato l’atto costituivo e lo statuto redatto dal notaio non possono passare più di venti giorni per l’iscrizione al registro delle imprese presso la Camera di Commercio. Per alcune società è previsto il rilascio di autorizzazioni e licenze di vario tipo. La legge e la giurisprudenza sono molto precisi in materia, per ogni settore vigono determinati obblighi e sono richiesti specifici requisiti, sempre meglio controllare e conoscere quelli del proprio ambito. Non ci sono stanziali differenze tra SRL ordinaria e SRL semplificata per quanto riguarda gli adempimenti burocratici.

Un discorso a parte meritano i costi di apertura, in cui ci sono differenze che è bene conoscere. Una voce di spesa da conteggiare è quella del notaio. Per la SRL ordinaria gli oneri si aggirano intorno ai 1400 euro, mentre per quella semplificata la legge acconsente che il notaio agisca senza richiedere oneri. I diritti camerali sono gli stessi per entrambe le tipologie e ammontano a circa 120 euro. I diritti di segreteria cambiano nuovamente: 165 per l’ordinaria e nulli per la semplificata. Imposta di registro e denuncia di inizio attività: 200 euro per entrambe.

Inoltre tra i costi bisogna includere:

  • Tassa di cessione governativa: 309,87 euro
  • Vidimazione dei libri sociali: 41 euro ogni 100
  • Versamento INPS: 3600 euro a socio
  • Diritti di deposito di bilancio: 200 euro
  • PEC (posta elettronica certificata): circa 5 euro
  • Commercialista: circa 2000 euro annui

L’Inail richiede versamenti variabili sulla base del settore di attività. In ogni caso le spese sembrano e sono tante. Ma era ovvio che aprire un’impresa non fosse esattamente un gioco da ragazzi.

Pro e contro dell’apertura di una srl

come costituire una srl

Lo abbiamo detto anche in chiusura del precedente paragrafo. L’apertura di una società è una cosa molto seria, ma sappiamo che ne sei consapevole. La prima valutazione riguarda i benefici e gli impedimenti possibili e immaginabili che troverai sul cammino. Da una parte ci sono molti pro dall’altra molti contro. Le imprese piccole e medie hanno già attraversato questo iter e ne sono uscite indenni e soddisfatte, presto toccherà anche a te ma è giusto che ti informi molto bene su quello che ti aspetta.

Per chi ha un’azienda che già parte con un buon investimento e un buon giro di affari è un passo obbligato mettersi sul mercato e costituire una società, anche per assicurarsi di non dover rischiare il proprio capitale, anche per coinvolgere altre persone che potrebbero sentirsi più motivate sapendo che verrà intaccata solo la disponibilità economica dell’azienda.

Un altro aspetto favorevole delle SRL è la suddivisione del versamento iniziale di capitale tra i soci. Chi sceglierà la strada della semplificata non dovrà investire grosse cifre, abbiamo detto prima che può essere sufficiente anche soltanto un euro.

Ma passiamo anche al capitolo dei “contro”. L’apertura di una SRL ha dei costi meno abbordabili rispetto alla ditta individuale, non solo per quanto riguarda l’apertura ma per la gestione stessa nell’arco della sua attività. La burocrazia, che in Italia non è semplice e intuitiva è sicuramente più pressante. Anche la gestione della presenza degli organi sociali come consiglio di amministrazione e collegio sindacale rendono il funzionamento di una SRL sicuramente più impegnativo.

Perché scegliere l’apertura di una SRL

La costituzione di una SRL semplificata rappresenta un’opportunità per molti giovani che vogliono aprire un’impresa ma non possiedono grandi capitali. Il limite di 9.999 euro ci indica che i requisiti richiesti possono essere affrontati anche da chi non può assumersi responsabilità maggiori. Non si tratta solo della questione economica iniziale ma del totale delle spese che dovranno essere affrontate nel corso del tempo, dalla prima fase di acquisto di spazi, macchinari, materiali promozionali al resto che verrà con lo sviluppo e l’incremento dell’attività.

Nonostante le agevolazioni della SRL semplificata sempre più start up decidono di optare per l’ordinaria, in quanto possono inserire persone giuridiche come soci. Questo gli consente di far accedere aziende di di rilievo nella società e di utilizzarle come canale di finanziamento delle attività, in cambio forniscono loro i guadagni e i prodotti. Quando si tratta di servizi o prodotti innovativi che hanno un peso sociale ed economico forte sul mercato e la società si tramuta in un grande vantaggio in termini di visibilità anche per le aziende di rilievo che hanno supportato quelle nascenti.

La procedura semplificata però rappresenta una soluzione comoda anche dal punto di vista logistico. I tempi sono più rapidi nella registrazione e nell’avvio.

Un commercialista competente ti può fare un prospetto abbastanza realistico di quali sono i fattori che devi tenere a mente se stai pensando di aprire una start up o una società, dandoti abbastanza informazioni per ponderare saggiamente i vantaggi e gli svantaggi economici e organizzativi.

L’Università Telematica Niccolò Cusano ti mette a disposizione un ampio bagaglio di conoscenze per procedere nel mondo delle imprese con maggiore solidità e con tutti gli strumenti necessari per gestire le sfide che ti si pareranno davanti. L’iscrizione ad uno dei master nell’area economico-finanziaria può rappresentare un altro tassello importante per presentarti sul mercato con più grinta. La frequenza in modalità telematica, tramite una piattaforma di lezioni sempre disponibili, ti permette di studiare e formarti senza rinunciare all’impegno e alla presenza che ti richiede l’apertura e la gestione di una società. Per avere maggiori informazioni su quali sono i master attivi nella tua città puoi compilare il form. Siamo felici di contribuire alla realizzazione di un nuovo mercato in cui le piccole e medie imprese possono finalmente avere la rilevanza e l’importanza che meritano.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali