informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come avere un inglese fluente? 6 consigli da seguire

Commenti disabilitati su Come avere un inglese fluente? 6 consigli da seguire Studiare a Trieste

Non è facile capire come avere un inglese fluente. L’inglese è sempre a portata di mano: canzoni, film, pubblicità, internet, tutti i canali ci offrono facile accesso ai contenuti in lingua inglese, eppure non sei ancora riuscito a lasciarti andare e a parlare bene tanto da sentirti a tuo agio. Ti percepisci bloccato e poco fluido nella conversazione. Non abbiamo la bacchetta magica ma conosciamo qualche trucco che può farti sentire meno rigido e più spontaneo nel fare conversazione in inglese.

Allenare l’inglese: sei consigli utili

Imparare una lingua stranieraArriva prima o poi quel momento in cui non stai più di tanto a ragionare su come comporre le frasi, su quale verbo è più azzeccato, e semplicemente parli. È una fase dell’apprendimento, però ci si arriva solo se sei riuscito ad allenare l’inglese con costanza. Quello è il segreto di tutte le cose che alla fine funzionano bene, l’allenamento costante.

Ci vogliono pazienza, determinazione, buon umore e buona volontà. Ma sappi che ogni anno ci sono migliaia di persone che fanno un salto di livello e riescono a sbloccare un meccanismo che sembrava inceppato da tempo. Riescono ad avere un inglese fluente e ripensano ai momenti precedenti, quando balbettavano con imbarazzo, anche divertiti, oltre che stupiti dei progressi fatti. Ma come ci sono riusciti? Quali sono le tecniche per parlare bene inglese velocemente? Ne conosciamo sei, che se messi in pratica aiutano nello studio e nell’aumento di livello.

1. Cambiare le proprie abitudini per imparare l’inglese

Sei anche tu uno di quelli che sostiene strenuamente che per imparare l’inglese sia necessario trasferirsi in un paese anglofono? Be’ in parte siamo d’accordo con te, se ti dicessimo che non è vero che vivere in Inghilterra o in America ti aiuterebbe a parlare fluentemente inglese saremo soltanto dei disonesti. Ma non per tutti è possibile un cambiamento così netto.

Ma i molti altri che non possono permettersi un trasferimento immediato è comunque possibile inserire nuove abitudini nella propria routine, ad esempio potresti:

  • Cercare un lavoro o un hobby che ti costringa a fare pratica quotidiana
  • Dedicare una stanza di casa all’ospitalità di viaggiatori anglofoni, ad esempio tramite Couchsurfing
  • Condividere il tuo obiettivo con altri coinquilini e stabilire di parare inglese in alcuni momenti prestabiliti (i pasti, il lunedì o quando vi è più comodo)
  • Cercare un partner inglese o anglofono, un ottimo modo per darsi una motivazione più che valida per studiare inglese

Tutte queste sono possibilità che aumentano l’uso della lingua ma che non garantiscono risultati in tempi brevi, ma più si creano situazioni dove è necessario utilizzare l’inglese più si avanzerà con rapidità.

2. Fare conversazione in inglese il più possibile

Il segreto resta sempre e comunque la pratica, la regola base dell’apprendimento di una lingua straniera. Per darsi maggiori occasioni e opportunità di allenare l’inglese puoi darti da fare per incontrare situazioni dove l’inglese è fondamentale, come abbiamo indicato nel paragrafo precedente. Ecco qualche altro esempio per rendere l’inglese un allenamento quotidiano:

  • Cerca persone madrelingua per fare conversazione e scambio linguistico
  • Prendi lezioni individuali focalizzate sulle abilità orali
  • Usa applicazioni per imparare l’inglese facilmente, privilegiando quelle con il riconoscimento vocale, grazie alle quali sarai obbligato a rispondere a voce
  • Quando aumenti un poco di livello partecipa a seminari, corsi e conferenze on line solo in lingua inglese

3. Fai diventare l’inglese un esercizio quotidiano

È la costanza, come abbiamo detto prima, la più fedele alleata di chi deve raggiungere un obiettivo. Con le lingue straniere non basta essere costanti due volte a settimana, è importante essere costanti ogni giorno. La quotidianità è una dimensione importante per imparare bene l’inglese e parlare una lingua straniera fluentemente.

Per allenare la lingua inglese ogni giorno puoi fare piccole cose, che oltre allo studio attivo danno un boost al tuo apprendimento:

  • Imposta la lingua dei tuoi dispositivi in inglese
  • Ascolta la radio inglese
  • Ascolta musica inglese, e canta
  • Leggi le notizie dei quotidiani inglesi
  • Guarda film e serie tv in lingua inglese, possibilmente senza sottotitoli in italiano ma con i sottotitoli in inglese

Possiamo chiamare questo metodo “immersione linguistica”. Una valida tecnica per abituarsi alle sonorità della lingua straniera, percepirla come sempre più famigliare, e prendere dimestichezza nel suo utilizzo.

4. Non sentirti in imbarazzo

parlare bene inglese in poco tempoLa timidezza non aiuta chi ha intenzione di parlare bene inglese in poco tempo. Serve anche un minimo di spavalderia e coraggio per lanciarsi nell’impresa con la faccia tosta di chi sa commettere errori senza sprofondare nell’imbarazzo. Ma può essere molto divertente.

Imparare una lingua straniera significa lottare contro le proprie paure, perché ci si sente meno “forti”. Non si hanno a disposizione le espressioni con cui di solito si fa ironia, umorismo e con cui ci sentiamo brillanti e socialmente integrati.

Quando non riesci a esprimerti precisamente puoi percepire una sensazione di tensione, o potresti sentirti ridicolo e svalutare i tuoi sforzi fatti finora. Non cedere a questo tranello della mente, la tua personalità non si definisce dal tuo livello di apprendimento di una lingua, imparare l’inglese non dev’essere fonte di stress e disistima.

Tutti quelli che hanno deciso di imparare una lingua straniera hanno attraversato una fase di incertezza, nessuno si è svegliato dall’oggi al domani capace di parlare una lingua straniera perfettamente senza sforzi o intoppi.

Può aiutarti a scioglierti un po’ e a prendere le cose alla leggera frequentare qualche gruppo di discussione sui social in cui le persone che stanno facendo un percorso di apprendimento della lingua inglese condividono le loro impressioni. Tra ironia e reciproca comprensione anche tu imparerai a ridere dei tuoi piccoli errori e allora inizierai a progredire ancora più rapidamente.

5. Prendi lezioni di inglese

Si può fare molto per imparare a parlare inglese fluente da autodidatta, ma senza un insegnante che contestualizza e integra le tue conoscenze, sistematizzandole e organizzandole, probabilmente ti mancherà quel quid che farebbe di te un perfetto parlante anglofono.

Parlare con un insegnante, prendere lezioni con esperti madrelingua, velocizza il processo notevolmente, è il miglior modo per allenare l’inglese con precisione e rigore. Critiche costruttive, esercitazioni, attenzione alla pronuncia fanno delle lezioni di inglese il campo di apprendimento più ricco ed efficace, ed è davvero un peccato rinunciarvi.

Inoltre gli insegnanti sono capaci di motivare e di incoraggiare, e quello della motivazione non è un elemento secondario, anzi, gioca un ruolo cruciale e può fare la differenza.

6. Rispetta il tuo livello di inglese

Il problema che affligge molti è sempre lo stesso: volere tutto e subito. Con le lingue straniere non può essere così, ci vuole gradualità e rispetto del proprio ritmo. Se vuoi progredire non cercare di raggiungere la meta senza allenare l’inglese adatto al tuo livello. Non capiresti niente di un livello avanzato, ti demoralizzeresti, faresti confusione e quindi molleresti e ti lasceresti abbattere per un errore di valutazione.

Sii gentile con te stesso, parti dal livello che ti compete e aumenta la difficoltà piano piano. Facciamo un esempio concreto. Piuttosto che guardare un film in lingua inglese prova a vedere uno show per bambini, se sei principiante riuscirai più facilmente a cogliere il contesto, i termini e potrai assimilare più facilmente e senza troppa tensione mentale. Vedrai che piano piano finirai per parlare fluentemente inglese con spontaneità e con un minimo sforzo.

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – Melpomene

Credits foto 1: Depositphotos – leolintang

Credits foto 2: Depositphotos – nito103

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali