informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Diritto del commercio elettronico: definizione e normativa

Commenti disabilitati su Diritto del commercio elettronico: definizione e normativa Studiare a Trieste

Il diritto del commercio elettronico è quella branca del diritto che si occupa di commercio elettronico. A sua volta il commercio elettronico è un tipo di commercio che sussiste senza la necessità della presenza fisica del venditore e del compratore, grazie alla rete internet e ai suoi canali di vendita. Tutti noi lo conosciamo come e-commerce e nell’ultimo anno ha registrato tassi di crescita impressionanti, complice il lockdown e l’emergenza pandemica che ha costretto tutto il mondo a casa.

Commercio elettronico: come funziona

diritto del commercio elettronicoÈ ovvio che non possiamo dare una definizione di diritto del commercio elettronico se prima non diamo una spiegazione più esaustiva di cosa sia il commercio elettronico, di come funziona e delle sue particolarità. Il commercio digitale, come abbiamo precedentemente già detto, è quel tipo di scambio commerciale, che spesso avviene su internet, grazie al quale il compratore può condurre un’esperienza d’acquisto direttamente in un luogo virtuale, mantenendo alcune delle dinamiche e dei processi che avvengono normalmente nei negozi tradizionali e negli spazi fisici.

Ad esempio il compratore può scegliere prodotti da acquistare e inserirli in un carrello virtuale, valutare offerte, ordinare prodotti non ancora disponibili, ed infine acquistare. Per procedere a questo genere di acquisti on line vengono richiesti dati personali sensibili, sia per la spedizione sia per la gestione dei pagamenti che non prevedono l’uso di contanti.

Diritto del commercio elettronico: i pagamenti

Un aspetto di rilievo per questa branca del diritto riguarda i pagamenti. Si tratta di un tema che tocca da vicino anche un’altra disciplina: l’economia. Il pagamento degli acquisti su e commerce avviene in generale tramite carte di credito o di debito. Per procedere è obbligatorio essere in possesso dei seguenti dati personali: codice identificativo, codice CVV, data di scadenza e nome e cognome del titolare.

Molte persone ancora non si fidano di fare acquisti su internet proprio per questo motivo. Non si sentono al sicuro nell’inserire dati sensibili all’interno di un sito internet, tanto meno se la merce non è fisicamente presente e non può essere scambiata nell’immediato e contestualmente. Per alcuni siti è possibile acquistare con la formula del contrassegno e del bonifico bancario, ma non per tutti, non dipende solo dalla tipologia di e-commerce ma proprio da una decisione interna all’amministrazione del brand.

Tipologie di e commerce

Quanti tipi di e-commerce esistono? Ormai il fenomeno è molto più che dilagante, è radicato, e le tipologie di e-commerce si sono evolute, rispondendo alle sollecitazioni del mercato, ai bisogni dei clienti e alle peculiarità dei singoli settori specifici.

Ma in linea di massima sappiamo che esistono tre tipi di commercio elettronico, suddivisibile in tre categorie, a seconda del tipo di cliente o di soggetto coinvolto nella vendita:

  • il b2b indica un business to consumer, ovvero un rapporto commerciale tra un operatore professionale e un consumatore cliente, tra azienda e privato
  • il b2b, ovvero business to business, è uno scambio commerciale e un rapporto negozionale tra due aziende, o tra due professionisti
  • il b2a è il business to administration: un rapporto di commercio digitale che riguarda imprese ed enti con commerciali

Diritto del commercio elettronico: normativa

Ma veniamo al cuore di questo articolo, la ragione per cui l’abbiamo scritto e la motivazione che ti ha portato a leggerlo. Vuoi sapere come funziona la normativa per il commercio elettronico.

In processo di compravendita del commercio digitale o elettronico è un processo per via telematica, che prevede che il potenziale cliente conosca ciò che il venditore promuove in rete. O che possa conoscerlo facilmente, sempre tramite canali digitali.

Grazie al sito di e-commerce il cliente può venire a conoscenza di molti aspetti del prodotto in vendita e dell’azienda che lo vende. E non deve recarsi in un luogo fisico. La consegna del bene o servizio non implica uno spostamento, avviene successivamente al pagamento dell’importo.

Questi aspetti e i passaggi precedentemente descritti devono seguire una procedura rigorosa, scandita da condizioni del diritto commerciale.

Non esiste una specifica normativa del commercio elettronico, ma a quest’ultimo si applicano una serie di disposizioni valide per la vendita on line. La questione di un diritto del commercio elettronico, nazionale e internazionale, è costantemente all’ordine del giorno, soprattutto in ambito accademico. Le facoltà di Economia, i corsi di laurea in Relazioni Internazionali a Trieste e altri percorsi universitari, contemplano questo argomento tra i principali temi utili per mantenersi aggiornati con le tendenze del mercato e della finanza internazionale.

Una definizione di diritto del commercio elettronico generale ingloba altre fonti normative, tra cui:

  • codice civile: si applicano le disposizioni relative alla conclusione del contratto a distanza
  • leggi che si applicano all’attività d’impresain generale
  • normativa sulle comunicazioni pubblicitarie
  • regolamentazioni sulla vendita a distanza
  • norme che si applicano alle vendite con strumenti informatici

Il diritto del commercio digitale contempla delle regole di riferimento a seconda delle tipologie di soggetti coinvolti, soggetti di cui abbiamo già parlato nei paragrafi precedenti. Inoltre, va tenuto conto del tipo di prodotto oggetto di scambio.

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – alebloshka

Credits foto 1: Depositphotos.com – vadimphoto1@gmail.com

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali