informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come aumentare la produttività: 10 consigli utili

Commenti disabilitati su Come aumentare la produttività: 10 consigli utili Studiare a Trieste

Vuoi sapere come aumentare la produttività, studiare meglio ed avere migliori risultati? Lo staff dell’Università online Niccolò Cusano vuole fornire a tutti gli iscritti ai suoi corsi di laurea telematici alcuni preziosi consigli per avere un rendimento migliore all’università.
Aumentare la produttività personale
E non solo: questi suggerimenti possono essere applicati – una volta interiorizzati e messi in pratica – anche nel mondo del lavoro.

La produttività, come definisce perfettamente la parola stessa, è l’attitudine a conseguire un risultato superiore ai mezzi impiegati quindi – per dirla in termini matematici – è il rapporto tra la quantità prodotta in una data unità di tempo e i mezzi impiegati per produrla o il rapporto tra il prodotto e l’insieme dei fattori di produzione che hanno concorso a produrlo.

La definizione di produttività, quindi, ci aiuta ad inquadrare al meglio ciò che serve per raggiungerla ed aumentarla. Aumentare la produttività personale è quindi una sfida che tutti gli studenti iscritti ai corsi della Unicusano di Trieste si pongono come obbiettivo, così da riuscire a prendere voti migliori agli esami studiando con più facilità e meno fatica.

E, come detto, una volta che si sarà entrati nel mondo del lavoro si riuscirà a lavorare meglio, raggiungendo gli obbiettivi prefissati dalla direzione senza sforzo e con efficacia.

La produttività in azienda, infatti, è uno dei canali per affermarsi e avere la possibilità di effettuare delle scalate di carriera. Sarà apprezzata enormemente sia dal reparto risorse umane  – nei momenti di check del lavoro svolto dal neo-assunto – sia dalla direzione che allungherà lo sguardo su quella risorsa diventata indispensabile.

Ma arriviamo finalmente al focus dell’articolo e vediamo quali sono gli strumenti per innalzare il livello di produttività… senza stress.

Studiare bene e lavorare bene… con ottimi risultati: ecco come fare

Volete sapere come innalzare il livello di rendimento? Leggete qui…

1. Puntare sul benessere

Il benessere deve essere globale, e vedremo poi nel dettaglio alcune specifiche: sia mente sia corpo devono lavorare all’unisono e al massimo delle proprie potenzialità, così da raggiungere i risultati sperati con efficacia.

2. Condividere

Sentirsi nel posto giusto al momento giusto, essere fiero dei risultati ottenuti, avere grandi prospettive per il futuro e condividere tutto ciò con chi si ama – o con chi ci sta accanto professionalmente – è un modo per rafforzare la propria autostima e migliorare la produttività.

3. Organizzarsi al meglio

Quando ci si dedica alla pianificazione dello studio e del lavoro è buona norma darsi degli obiettivi realistici, servendosi di un calendario. Poter avere sott’occhio le attività da svolgere aiuterà a motivarsi  a proseguire l’attività con maggiore energia.

4. Sviluppare fiducia

Per sviluppare benessere è bene dar voce alla fiducia: nel lavoro nei confronti del capo e dei colleghi e in ambito universitario nei confronti dei tutor e dei docenti. La fiducia abbatterà lo stress e le ansie.

5. Dar voce alle emozioni

Quando si svolge un lavoro – soprattutto se in team – è fondamentale poter essere liberi di esternare le proprie emozioni, soddisfazioni o anche piccoli insuccessi. L’importante, in queste situazioni, è percepire sostegno dei colleghi. Nel campo accademico, non nascondete mai ad i vostri tutor paure o perplessità: il confronto aiuta a crescere.

6. Non affaticarsi troppo

Il benessere del corpo, come già detto, è prioritario. Ecco perché bisogna ascoltarne i segnali. È meglio, infatti, lavorare o studiare un’ora in meno ma assicurandosi che quello dedicato sia stato del tempo di qualità. Molto spesso sollecitando il cervello troppo a lungo si finisce per stancarsi e non ottenere i risultati sperati.

7. Abbattere stress ed ansia

La paura, l’ansia e lo stress sono nemici giurati della produttività. Per abbatterli è importantissimo fare un lavoro su se stessi, cercando di sfugarne le principali cause.

8. Far leva sulla motivazione personale

Quando si studia o si lavora per un progetto è bene capire in primis che lo si sta facendo per se stessi, e non per altri. Infatti la motivazione e lo slancio personale sono fattori importanti per far leva sul proprio senso del dovere, riuscendo così ad avere migliori risultati.

Va bene anche auto-premiarsi ad esempio con delle meritate pause o un piccolo (e salutare!) snack… ma solo dopo aver raggiunto l’obbiettivo che ci si era prefissati.

9. Sistemare lo spazio di lavoro

Lo spazio è un alleato della produttività: se si sceglie uno spazio privato, scevro da distrazioni e comodo (che non sia il letto, mi raccomando!) è possibile aumentare il proprio rendimento.

Sono alcuni fattori, soprattutto, che concorrono al buon studio: una seduta ergonomica, delle luci ben mirate (o la preferenza per la luce naturale) e l’assenza di distrazioni o fattori sovrastimolanti.

10. Ridurre le distrazioni

Sia quando si lavora o si studia è facile cedere alla tentazione di controllare il cellulare, aprire le notifiche dei social network, ascoltare le note vocali di WhatsApp. Niente di più sbagliato: cedere ai social è il modo migliore per perdere tempo prezioso. Si stima, infatti, che – calamitati dal “bip” di una notifica – si trascorra non meno di 10 minuti a spulciare i vari post, mandare messaggi o controllare altri account.

E quando il tempo da dedicare allo studio è limitato – come sempre accade in concomitanza con altre attività – queste distrazioni possono causare un abbassamento della produttività.

Dunque, se sono, per fare un esempio, tre ore quelle che si dedicheranno allo studio è fondamentare silenziare il cellulare e chiudere le cartelle del proprio browser dedicate a Facebook e affini.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali