informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare intermediatore finanziario: studi e opportunità

Commenti disabilitati su Come diventare intermediatore finanziario: studi e opportunità Studiare a Trieste

Ti stai muovendo alla ricerca di informazioni su come diventare intermediario finanziario? Molto bene, questo è davvero un settore di successo. Nell’ambito dell’economia e delle finanze fioccano le occasioni di carriera. Ma vediamo che cosa ti aspetta una volta salito a bordo del treno che conduce agli scambi nel mercato finanziario.

Che cosa fa l’intermediario finanziario

Dobbiamo prima fare chiarezza su questa figura su cui ancora non c’è sufficiente informazione in merito. Cerchiamo di illustrare di cosa si occupano il professionista in attività, il broker finanziario o intermediario.

Quando parliamo di intermediazione dobbiamo distinguere tre diverse tipologie di scambio:

  • Diretto e autonomo
  • Diretto e assistito
  • Diretto e intermediato

quanto guadagna un brokerNel secondo e nel terzo caso rientra l’intermediatore finanziario, nel secondo assiste, facendo ricerca e selezione della controparte, nel terzo caso interagiscono solo uno o più intermediari tra loro. Quando parliamo di mercati e finanza gli intermediari finanziari ricoprono un ruolo di spicco, essendo tra i principali attori e coloro che portano avanti la maggior parte degli scambi.

Questa figura professionale si pone in una situazione di confine tra le controparti, essendo sia debitore che creditore. Debitore di chi dà le risorse finanziarie e creditore del prenditore. Non ha pertanto un ruolo attivo, non fa offerte. Il suo profitto sono le sole commissioni che si trattiene quando una trattativa viene finalizzata con successo. Tali commissioni possono espresse in percentuale e variano a seconda degli accordi presi.

Come diventare intermediatore finanziario

In generale possiamo parlare di agenti in attività finanziaria, anche quando parliamo di broker finanziari e mediatori creditizi. Cosa bisogna fare per svolgere questa professione? Se hai la passione per la borsa, per i numeri degli indici che si innalzano e si abbassano, e per la finanza, allora puoi pensare di iscriverti ad un corso di laurea in Economia. Nell’intermediazione non è sempre necessario il possesso di una laurea, ma è un canale di formazione completo.

Studiare economia per diventare intermediatori è un buon presupposto. Non è certo la teoria che fa la differenza, ma i tempi di apprendimento di certi linguaggi e di specifiche dinamiche delle scienze economiche saranno sensibilmente ridotti e ti avvierai alla carriera con maggiore sicurezza e commettendo meno errori.
Esistono dei corsi per intermediatori finanziari, anche dei Master specifici, come quello messo a punto dall’Università degli Studi Niccolò Cusano, in Banking e Risk Management, appositamente pensato per dare una risposta alle esigenze del complesso mondo della finanza, in cui è sempre più sentito il bisogno di persone qualificate. Coloro che hanno precedentemente seguito un corso di studi in scienze economiche o giurisprudenza possono iscriversi al master per specializzarsi in attività di tipo finanziario, affinando capacità e conoscenze delle dinamiche della finanza nell’epoca in cui stiamo vivendo.

Tra le materie di studio:

  • Introduzione all’analisi del credito e del rischio
  • Economia e gestione degli intermediari finanziari
  • Le istituzioni finanziarie ed economiche internazionali
  • Economia per la finanza e l’analisi creditizia

Queste sono solo alcune delle materie di studio, che consentono di comprendere l’offerta formativa. Un piano di studio realizzato appositamente per fornire le nozioni essenziali e peculiari necessarie per entrare nel mondo del lavoro con il giusto bagaglio di competenze.

Come diventare broker finanziario

Un’altra figura è quella del broker. Il broker finanziario è un professionista che lavora per contro di alcuni clienti con cui stipula un mandato. La sua attività si focalizza sulla compravendita dell’asset migliore, sulla base delle esigenze del cliente mandatario. Dal punto di vista della legge il broker può essere una persona fisica o giuridica, e svolge a tutti gli effetti un’attività di intermediazione finanziaria tra cliente e mercato nel quale vengono scambiati i prodotti finanziari.
I due compiti principali di questo professionista sono:

  • Intercettare i bisogni del cliente
  • Conoscere le leggi del mercato

Questi sono i suoi obiettivi, le costanti da cui non deve mai discostarsi per fornire un servizio impeccabile. Se riesce ad analizzare con sufficiente consapevolezza i vari rischi presenti, studiando quali margini può permettersi il cliente nel corso del tempo e quali sono invece i confini del potenziale che può guadagnare, allora avrà svolto il suo lavoro nel migliore dei modi.

Per diventare broker non serve la laurea, e non esistono corsi di laurea specifici per questo specifico ruolo professionale. Abbiamo già detto che scegliere una laurea in Economia è senz’altro la scelta migliore. Oltre alla laurea abbiamo citato il master, l’altro step che sicuramente completa la preparazione di un intermediario finanziario con una marcia in più.
Sottolineiamo invece l’obbligatorietà dell’iscrizione all’albo dei broker, che garantisce una tutela dal punto di vista professionale e l’idoneità morale e tecnica per svolgere le funzioni. Tale iscrizione può avvenire solo in seguito ad un esame di stato, sia scritto che orale.

Differenze tra il broker finanziario e il mediatore creditizio

Ci sono domande che ti risuonano in testa da quando ti sei messo il pallino della finanza. Una di questa è quella della differenza tra broker e mediatore. Probabilmente ti sfugge perché ancora non hai fatto una ricerca approfondita. Difatti tra queste due professioni ci sono parecchie e profonde differenze, non solo nelle attività svolte, ma in tutti gli aspetti che scegliere e condurre una professione comporta. Ad esempio il percorso di remunerazione e i guadagni previsti.

I broker sono professionisti che possono fornire una quantità di informazioni utili sui mercati, rappresenta una delle due parti in causa, ossia acquirente o venditore, mentre i mediatori finanziari tenta di preservare e perseguire gli interessi di entrambe le parti, l’esempio classico è quello dell’agente immobiliare, che per portare a casa una buona trattativa deve sia vendere l’immobile, rendendo soddisfatto il venditore, sia soddisfare l’acquirente con l’acquisto. Quindi ribadiamo ancora una volta che il broker non è un mediatore, lavora per clienti singoli e ne cura i loro personali e specifici interessi.

Lo stipendio di un broker?

corso intermediario finanziarioQuanto guadagna un broker? La vera domanda è: tu quanto vuoi guadagnare? Si tratta di un argomento delicato che sta a cuore a moltissimi aspiranti professionisti della finanza. Sapere di entrare in un mondo in cui circola il denaro fa una strana sensazione, ad alcuni ha probabilmente dato alla testa. Ma approfondiamo anche questo dettaglio, senza dare risposte troppo nette. Non è possibile definire il guadagno di un broker. Dipende dalle sue capacità, dal suo modo di lavorare e dalle percentuali che ha pattuito con i suoi clienti. E tenendo comunque in considerazione questo dato dobbiamo affermare che i guadagni di un broker non sono esorbitanti quanto lascerebbe inizialmente pensare una carriera nella finanza. Chi entra da principiante deve sottostare ad una iniziale gavetta, dalla quale non ci si può tirare fuori tanto facilmente. I ritmi di lavoro sono pressanti, spesso alle proprie spalle c’è un’agenzia di intermediazione che offre uno stipendio con aggiunta di provvigioni, tutte condizioni che vanno valutate attentamente da chi vuole intraprendere questa strada. Certo, i più meritevoli arriveranno a guadagnare un più che abbondante stipendio mensile, ma non sarà una strada per tutti. Accetti la sfida?

Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a capire come avvicinarti a questo mondo, come fare della tua passione per l’economia un lavoro. Le occasioni di formazione universitaria dell’Università degli Studi Niccolò Cusano e le proposte di master si inscrivono all’interno di un quadro formativo di altissimo livello, che garantisce a chi vuole intraprendere il ruolo di intermediario finanziario le competenze giuste per affrontare l’impresa con grandi probabilità di ottima riuscita e successo.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali