informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare sviluppatore IT: studi e possibilità

Commenti disabilitati su Come diventare sviluppatore IT: studi e possibilità Studiare a Trieste

Vuoi capire come diventare sviluppatore IT perché hai intrapreso questa carriera formativa ed è arrivato il momento di scendere in pista? Molto bene. In questo articolo tenteremo di percorrere insieme quali sono le tappe formative necessarie per raggiungere questo obiettivo e faremo una panoramica delle opportunità che si presentano. In un mondo globale sempre più digitale la programmazione e lo sviluppo informatico sono sempre più richiesti, diventare sviluppatori è un’ottima idea.

Diventare esperto IT: programmatore o sviluppatore?

sviluppatore ITSe non lavori in questo campo e non mastichi il linguaggio tecnico certi termini saranno per te ostici. Programmatore o sviluppatore? Esperto IT? Questi termini sono più o meno tutti sinonimi. Il programmatore e lo sviluppatore IT si occupano entrambi delle stesse mansioni, svolgendo ruoli che possiamo definire per certi versi sovrapponibili.

Le distinzioni terminologiche in questo caso non hanno molta ragione d’esistere, spesso anche negli annunci di lavoro i termini sono intercambiabili. Le competenze del programmatore sono le stesse che ci si aspetta dallo sviluppatore, fatta eccezione per delle sottili differenze che in molti contesti non si rivelano importanti. Nel mondo dell’informatica è bene sapere che maggiore è l’ampiezza e la trasversalità delle competenze possedute, maggiori saranno le possibilità di inserimento professionale in ruoli di rilievo.

Cosa fa il programmatore e lo sviluppatore

Il programmatore o sviluppatore è un esperto IT che scrive e verifica le linee di codice, ovvero pone le basi dell’impianto informatico su cui poggerà la presenza e il funzionamento digitale di un’azienda. In questo risiede la leggera differenza con lo sviluppatore. Quest’ultimo si assume il carico di un intero processo di sviluppo del software, mentre il programmatore, avendo in particolar modo competenza nella scrittura di codici, si occupa principalmente di questo, lavorando alla traduzione di progetti in strisce di codice che eseguono determinate azioni o passaggi del progetto in questione.

Lo sviluppatore, invece, agisce nel campo dello sviluppo del software, progettando anche come questo dovrà evolvere. Progetta e analizza il funzionamento di un software, realizzandolo e testandolo e procedendo alla sua manutenzione nel corso del tempo.

Si crede che lo sviluppatore goda di maggiore prestigio rispetto al programmatore, per via di procedimenti che sembrano più complessi, articolati e indispensabili, ma è una falsa credenza che getta discredito sui programmatori e che non ha alcuna base reale.

Dunque non siamo e mai saremo d’accordo con chi sostiene che il programmatore sia un professionista esperto di IT meno in gamba e meno preparato dello sviluppatore. Fanno lavori diversi, ma senza sostanziali differenze. Sono entrambi professionisti di livello, che meritano di essere valorizzati.

Sviluppatore e programmatore nell’Industria ICT

Sviluppatore e programmatore possono essere considerati entrambe due figure professionali di grande importanza, per certi versi molto simili. L’industria ICT è sempre alla ricerca di questo genere di figure, in grado di spaziare con le proprie competenze e di rispondere in modo dinamico alle domande del mercato. Nell’informatica non riscuotono grande successo le figure monodisciplinari, anzi, sono caldeggiate e supportate le figure che sono in grado di sfruttare le proprie abilità in modo creativo, costruendo alternative valide.

Questo approccio ampio e trasversale non è un vantaggio soltanto per le aziende, che assumono programmatori e sviluppatori in grado di utilizzare quel linguaggio in modo completo ed efficiente, ma anche per il lavoratore, che si trova sempre più spesso a interagire con contesti sfidanti, dove non basta sapere ma è doveroso saper creare e mettersi in gioco, senza cristallizzare metodi di lavoro desueti.

Come diventare sviluppatore IT

Il primo passo per diventare sviluppatore è interessarsi seriamente al mondo dell’informatica, il prima possibile. Iscriversi all’Università è la prima tappa in assoluto. Scordati di diventare un bravo sviluppatore senza la laurea. Il diploma non basta, a meno che non decidi di iscriverti a un corso di formazione professionale, alcuni dei quali sono molto interessanti. Ma l’Università resta attualmente la soluzione migliore.

Ad esempio, durante la frequenza del Corso di Laurea in Ingegneria Informatica avrai l’opportunità di frequentare alcuni corsi di materie che ti daranno l’impronta teorica di base per avviare le tue programmazioni, le tue ricerche, e sviluppare il tuo spirito di osservazione e il tuo intuito. Il corso di laurea in Ingegneria Informatica a Trieste è il percorso formativo giusto se vuoi indirizzarti verso questa professione. Avrai le basi teoriche e pratiche utili per diventare sviluppatore e intraprendere una carriera in altri sbocchi professionali connessi all’informatica.

Ti segnaliamo anche i master universitari on line di primo e di secondo livello, nati per dare continuità a una formazione altamente professionalizzante e per rispondere con flessibilità ed efficacia alle richieste di una preparazione qualificante accessibile a tutti.

Laurearsi in Ingegneria Informatica è solo il primo importante passo di una marca che punta al traguardo di una professione stimolante, ben retribuita e sempre più utile per le sfide del mondo contemporaneo. L’Università Cusano è a disposizione di coloro che desiderano ricevere maggiori informazioni sui percorsi universitari. È sufficiente compilare il form, potrai anche richiedere un colloquio di orientamento gratuito.

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – AndrewLozovyi

Credits foto 1: Depositphotos.com – puhhha

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali