informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa visitare a Trieste: cinque cose da non perdere   

Commenti disabilitati su Cosa visitare a Trieste: cinque cose da non perdere    Studiare a Trieste

Trieste è una splendida città, affacciata sul mare e proiettata all’estero come poche altre grandi città italiane. Ha un fascino decadente e nascosto che si schiude soltanto a chi decide di visitarla e scoprirla davvero. Per questo, lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Trieste ha deciso di redigere una piccola guida di viaggio riferita a cosa visitare a Trieste se si ha solo un fine settimana a disposizione.
Cosa visitare a Trieste

Per capire con esattezza cosa visitare a Trieste nel corso di un weekend a Trieste, è bene inannzitutto capire di che “stampo” si desidera sia questa vacanza: culturale? Artistica? Divertente?

Cosa visitare a Trieste: consigli a misura di universitario

Per venire incontro agli universitari che scelgono di trascorrere un weekend a Trieste, lo staff dell’Università online Niccolò Cusano ha voluto fare un mix di queste possibilità, indicando le attrazioni davvero da non perdere senza dimenticare le ciò che di divertente e tipico c’è da fare in città.

Infine, un focus verrà fatto su cosa assaggiare nel corso di un weekend a Trieste: infatti, l’enogastronomia è una caratteristica importante della città e – soprattutto – le pietanze distintive del territorio sono davvero ottime!

Dunque, vediamo cosa visitare a Trieste se si è universitari decisi a riempire il proprio bagaglio culturale senza dimenticare il divertimento.

Weekend a Trieste, ecco la top 5

Ecco le cinque cose da non perdere nel corso di un weekend a Trieste:

Piazza Unità d’Italia

Probabilmente è la più grande piazza europea affacciata sul mare (si contende il titolo solo con Praça do Comércio a Lisbona) ma di certo è la più suggestiva.

I palazzi che si susseguono intorno alla piazza la incorniciano, dandole un aspetto signorile: tra questi ricordiamo il Palazzo della Luogotenenza austriaca, Palazzo Stratti, Palazzo Modello, Palazzo Pitteri e il Palazzo della Regione.

Al centro della piazza si trova la Fontana dei Quattro Continenti costruita intorno alla metà del ‘700.

Davanti alla piazza, infine, si snoda il cosiddetto Molo Audace il quale prende il nome dalla prima nave che riuscì ad entrare nel porto di Trieste dopo la fine della Prima Guerra Mondiale.

Il castello di Miramare

Carducci, in una sua poesia, nomina questo castello come un “nido d’amore costruito invano” in quanto non ospitò mai la coppia per la quale venne edificato: l’arciduca Ferdinando Massimiliano d’Asburgo e  Carlotta del Belgio.

L’arciduca, infatti, fu fucilato in Messico e la consorte visse nella disperazione in un castelletto adiacente.

A colpire i visitatori è lo stile eclettico del palazzo che unisce elementi gotici, rinascimentali e medievali.

Tra cosa da visitare a Trieste, il castello di Miramare è sicuramente una delle attrazioni più pittoresche; consigliamo inoltre (se il tempo lo permette) di arrivare a Miramare attraverso il lungomare di Barcola che dal centro città conduce al Castello.

Il Tram “de Opcina”

Qui non parliamo del solito monumento, ma di un’attrazione su rotaie che porterà gli universitari ad attraversare la parte più verde della città per poi giungere fino al belvedere di Opicina.

Da lassù, scendendo un po’ prima del capolinea, si potrà ammirare una suggestiva veduta dell’Adriatico da circa 350 msl; proseguendo poi lungo la Via Napoleonica si arriverà al Santuario Mariano.

Ma la peculiarità è un’altra: lungo la strada si trovano tante buonissime (e tipiche) “osmizze”, cioè trattorie molto spartane con pochi tavoli dove i contadini usano cucinare piatti locali e vendere il vino prodotto da loro.

La Grotta Gigante

Tra cosa visitare a Trieste, questa è dedicata agli amanti delle meraviglie naturalistiche: la grotta, scoperta per caso nel 1890, si snoda fino a circa 80 metri di profondità.

Scendendo da una porta naturale è possibile arrivare alla Grande Galleria, una immensa “stanza” formata da un unico, spettacolare vano, di 98 metri di altezza, 167 metri di lunghezza e 76 metri di larghezza.

La galleria è caratterizzata da stalattiti e stalagmiti che riflettono mille sfumature colorate.

Risalendo poi in superficie lungo il sentiero Carlo Finocchiaro, si raggiunge il suggestivo belvedere posto a  95 metri d’altezza da cui si gode una vista straordinaria.

Il caffè degli specchi e gli altri locali tipici

Frequentare i caffè storici di Trieste sono un modo per affacciarsi all’interno del cuore pulsante della città, trascorrendo un weekend a Trieste dal sapore storico.

Sembra, infatti, che James Joyce abbia scritto molte pagine dell'”Ulisse” e di “Gente di Dublino” ai tavoli della Pasticceria Pirona.

E non solo: Svevo, Saba e Stendhal si sono seduti ai tavoli del Caffè degli Specchi in Piazza Unità o del Caffè Tommaseo, il più antico di Trieste.

Infine, cosa mangiare nel corso di un weekend a Trieste?

Tra i piatti da assaggiare, ricordiamo la minestra di fagioli, patate, crauti e salsiccia )la Jota), gli gnocchi di pane, il goulash, le alici in savore e il baccalà; d’obbligo i dolci della pasticceria Pirona.

Non dimenticatevi di accompagnare i pasti con un bicchier di Terrano o  Vitovska, due vini locali.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali