informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Le 7 cose che non sai di ingegneria gestionale

Commenti disabilitati su Le 7 cose che non sai di ingegneria gestionale Studiare a Trieste

Sei vicinissimo all’iscrizione, è arrivato il momento di capire meglio e di scoprire cose non sai su Ingegneria Gestionale, il corso che hai scelto. A Trieste l’università Niccolò Cusano propone questo corso di laurea. Al di là del piano di studi e di tutte le materie interessanti che ti troverai ad approfondire ci sono una di cose da sapere: aneddoti, curiosità, dettagli che spesso non rientrano all’interno delle informazioni ufficiali relative al corso di laurea, ma che ugualmente possono suscitare molto interesse tra i futuri studenti. In realtà non riguardano solo la facoltà di Trieste, e non solo il corso di Ingegneria Gestionale, ma tutte i corsi di laurea all’interno della facoltà e di quest’area disciplinare. Abbiamo fatto una breve ricerca per conoscere i dietro le quinte dei corsi di Ingegneria, scovare quello che non si sa e che stupisce. Pronto a conoscere i segreti del corso di Ingegneria Gestionale? Chissà se dopo ti pentirai di esserti iscritto o cambierai idea.

Cose che non sai di Ingegneria Gestionale

Il corso triennale di Ingegneria Gestionale è tuttora uno dei più frequentati e richiesti di sempre. Le motivazioni sono ampiamente conosciute: ingente richiesta da parte del mercato del lavorodignitose retribuzioni. Ma ci sono aspetti meno famosi e conosciuti che rendono interessante e accattivante per molti studenti questo percorso di studio. Anche aspetti meno positivi che a volte non vengono tenuti in considerazione. Sapevi che ci sono dei “segni particolari” ricorrenti negli studenti di ingegneria gestionale? Sapevi che tra gli studenti ci sono particolari tradizioni e modi di fare del tutto peculiari del corso? Scommettiamo che sono tante le cose che non sai?studenti di ingegneria gestionale

Cosa sapere prima di iscriversi a ingegneria gestionale

Come spesso accade all’interno di un corso di laurea anche questo specifico campo di studi diventa un ambiente a sé, quasi una cultura separata dal resto dei corsi, con i suoi linguaggi, usi e costumi. La facoltà di Ingegneria essendo molto frequentata si differenzia al suo interno in diversi ambienti, micromondi costituiti dalle sottocategorie dell’ingegneria (gestionale, civile, biomedica, e chi più ne ha più ne metta).

Il mondo di ogni singolo ramo dell’ingegneria ha le sue regole, i suoi miti e le sue leggende, e qui vogliamo cercare di raccontarvi quelle che appartengono a ingegneria gestionale.

1. Gli studenti di ingegneria gestionale sono speciali

Questo lo sai bene se hai scelto di studiare ingegneria gestionale. Sapevi che c’è una sorta di fastidiosa diffidenza nei confronti degli ingegneri gestionali? Non si capisce bene il motivo, ma i nostri detective hanno fatto approfondite indagini in materia riscontrando tracce di pregiudizi. Una delle prove numero uno è rappresentata dalla presenza nei bagni di diverse facoltà di ingegneria di una scritta piuttosto pesante: Meglio juventino che gestionale.

E hai deciso di iscriverti al corso di laurea in Ingegneria Gestionale, non farci caso, è puro cameratismo, entrando nel tuo corso troverai altri studenti come te pronti a difendere la causa e l’onore del tuo percorso di studi, validissimo e meritevole di lodi come tutti gli altri.

2. Gli ingegneri parlano un linguaggio tutto loro

Studiano, tanto, giorno e notte, su manuali scritti in italiano. Ma attenzione, anche se danno esami in italiani e conversano tra di loro in italiano in realtà parlano un tipo di italiano diverso, con inflessioni difficili da capire per i non addetti ai lavori. Si tratta di una lingua settata sul loro campo disciplinare. Anche se parlando di una cosa qualsiasi, ad esempio del pavimento della loro stanza, probabilmente ti stupiranno con una varietà di termini che descrivono il pavimento in dieci modi diversi, senza pensare neanche per un secondo che gli interlocutori non sono in grado di capirli. Fino a quando non si ritroveranno da soli, a parlare con il pavimento stesso.

3. L’ingegneria gestionale rafforza il sistema immunitario

Ovviamente siamo ironici, ci piace esserlo con i nostri studenti. In questo paragrafo vogliamo dirti che tra le cose da sapere prima di iscriversi a ingegneria gestionale c’è sicuramente una notizia particolarmente bella. Gli studenti dei corsi di Ingegneria Gestionale maturano una sorta di immunità contro determinate malattie. Come mai? È facile dimostrarlo. Nonostante non conoscano nient’altro che la sedia della loro scrivania non mostrano segni di piaghe da decubito. Questo desta sospetto, ma da una parte anche speranza per i futuri sviluppi nella guarigione di questo disturbo. Che abbiano qualche segreto nel loro DNA? Scherzi a parte, parlando di salute e malattie e cose che non sai di ingegneria gestionale passiamo alla seconda parte dell’articolo, che riguarda alcuni disturbi per cui gli studenti di ingegneria mostrano particolare predisposizione.

4. L’ingegnere gestionale e l’alimentazione

ingegneria gestionale curiositàNon è vero che per gli studenti di ingegneria gestionale la salute è un concetto astratto. Lo studente di gestionale si nutre con attenzione meticolosa, fa planning alimentari, sa come calcolare i vari costi e benefici all’interno della spesa e della preparazione dei cibi. Dietro al gesto del nutrirsi vede processi, sistemi, azioni da scorporare e ottimizzare, non una semplice attività secondaria e non pianificabile. Progetta tutto, qualsiasi cosa, anche il cibo. Il suo pane quotidiano è Autocad, di cui non potrebbe mai fare a meno. Tra le curiosità della facoltà di ingegneria da approfondire sicuramente il tipo di abitudini alimentari degli studenti è uno degli argomenti più avvincenti.

5. Il mondo dell’ingegneria gestionale: un altro pianeta

Lo studente di ingegneria gestionale trasforma la carriera universitaria nel suo principale obiettivo, un obiettivo che spesso lo porta a costruirsi una dimensione parallela. Partire per un altro pianeta per lui è consuetudine quotidiana, non è necessario studiare ingegneria aerospaziale per vederlo lanciarsi come un razzo sugli esami, e interrompere i contatti con il pianeta terra. Per lui il prossimo esame da superare non è un piccolo traguardo, è una conquista enorme, un piede posato sulla luna.

6. Il sistema nervoso degli ingegneri gestionali:

Quando detto finora sembra introdurre un’altra peculiarità. Cosa sapere prima di iscriversi a ingegneria gestionale? Sicuramente che un’iscrizione al corso di meditazione più vicino può essere un’ottima idea. Esami che prevedono ore e ore chino sui manuali. Ci sono passate mille persone prime di te, ma ci sono cose che non sai della facoltà di ingegneria, tra cui il fatto che il rendimento universitario è strettamente connesso alle ore di riposo. Questa è la cosa da tenere a mente prima di iscriversi a ingegneria gestionale (ma secondo noi vale per tutti i corsi). Più ti concedi riposo più sarai in grado di affrontare il prossimo esame. Non stiamo parlando di una facoltà umanistica in cui devi affrontare tematiche astratte e discorsive. No, qui devi conoscere numericalcolitabelle. Hai bisogno di qualcosa che ti faccia staccare ogni tanto. Meditazione, dicevamo, ma anche sport, hobby di vario tipo, una passeggiata nella natura. Tienilo a mente.

7. La più interessante curiosità su Ingegneria

Siamo giunti alla fine di questo articolo, speriamo che tu non te la sia presa per tanto scherzare. Siamo sicuri che tra le tante cose da sapere prima di iscriversi a ingegneria gestionale raccontate in modo scherzoso hai sicuramente scoperto qualche seme di verità. E forse questa curiosità sulla facoltà di Ingegneria che ti stiamo per svelare è la più vera di tutte. La settima cosa che non sai su ingegneria gestionale è questa: non ti pentirai mai di esserti iscritto. Mai. Nonostante qualche momento di fatica sarai sempre orgoglioso di aver fatto questa scelta. Il corso di laurea in Ingegneria Gestionale a Trieste, con la sua possibilità di formazione a distanza, si colloca nella top ten delle cose migliori che avrai fatto nella tua vita.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali