informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Musei a Trieste: ecco quali visitare

Commenti disabilitati su Musei a Trieste: ecco quali visitare Studiare a Trieste

Siete appassionati di storia e cultura e frequentate i corsi online offerti dalla Università Niccolò Cusano di Trieste? Allora non c’è niente di meglio che dedicare qualche giorno di primavera alla visita dei tanti musei a Trieste dove sono racchiuse meraviglie storiche ed artistiche (ma non solo).

rete civica triesteVisitare questi luoghi concorre a scoprire il territorio dove si è scelto di studiare e completare la propria formazione universitaria, valorizzandolo. Ed è proprio questa la volontà dei giovani studenti triestini: dar vita al proprio territorio portando alla ribalta  quelle che sono state le sue prerogative artistiche e culturali.

Se siete curiosi di scoprire quali sono i migliori 10 musei di Trieste secondo lo staff della Unicusano, allora continuate a leggere questo articolo. Troverete di sicuro delle sorprese, delle conferme e delle piacevoli novità tutte da scoprire….

Trieste: ecco i 10 musei da non perdere

Di seguito, dunque, vi proponiamo dieci musei da visitare se vi trovate a Trieste. Sono tutti di vario genere e permettono al visitatore di essere proiettato in varie e poche e in vari luoghi del mondo. Insomma, valgono davvero la pena di essere visitati (e ri-visitati).

1. Museo Revoltella

Il Museo Revoltella,  situato in via Armando Diaz   27 a Trieste è uno dei luoghi più importanti della regione Friuli Venezia Giulia dove entrare in contatto con la storia, con l’arte e la cultura. Si tratta di un complesso museale che ospita un’importante galleria d’arte moderna nata dallo sviluppo di un’istituzione fondata nel 1872 per volontà del barone Pasquale Revoltella. Inoltre è il palazzo stesso che ospita il museo ad essere importante sotto l’aspetto artistico.

Tra le opere conservate ricordiamo quelle di celebri autori italiani come Hayez, Morelli, Favretto, Nono, Palizzi e Previati, ed anche molti stranieri ma anche Casorati, Sironi, Carrà, Mascherini, Bolaffio, Morandi, De Chirico, Manzù, Marini, Fontana e Burri.

2. Museo Teatrale Carlo Schmidl

Questo museo, ospitato nelle sale di Palazzo Gopcevic, documenta la vita del teatro e della musica a Trieste dal ‘700 ad oggi attraverso manifesti, locandine, costumi teatrali e gioielli di scena; dipinti, stampe, bozzetti e fotografie.

Si tratta di un interesse di nicchia ma rispecchia quella che è stata un’età aurea della musica e della cultura triestina.

Il museo si trova il via Rossini 4, a Trieste.

3. Museo di Storia Naturale

Gli appassionati di storia e natura non potranno fare a meno di visitare il Museo di storia naturale, situato in via dei Tominz 4.

Il museo ospita reperti unici al mondo che non possono non incuriosire come ad esempio lo scheletro maestoso del dinosauro “Antonio” (il più grande e completo dinosauro italiano e la più importante scoperta paleontologica d’Europa) oltre alla fauna del Carso e dell’Adriatico.

il Museo di Storia Naturale deve la sua fama anche alla sua data di fondazione. Infatti, nel 1846 è uno dei più antichi d’Italia.

4. Immaginario Scientifico

Arriviamo al più interattivo tra i musei, perfetto per adulti ma ottimo da visitare anche con i bambini. Originalissime sono le tecniche espositive e innovative le metodologie di animazione didattica: nelle sale del museo gli oggetti si possono manipolare per avvicinarsi ai fenomeni naturali e scoprire le leggi fisiche che li governano.

Affascinante è anche il planetario che simula le costellazioni e il movimento apparente delle stelle durante la notte e le varie stagioni.

Questo museo si trova in riva Massimiliano e Carlotta, 15 – Grignano (Trieste).

5. Museo del mare

Tra i musei presenti nel Comune di Trieste quello del mare è sicuramente tra i più suggestive per potersi immergere nell’elemento che sembra dare vita all’intera città e ai suoi abitanti: l’acqua dell’Adriatico.

La collezione del museo, situato via Campo Marzio 5,  spazia dalle imbarcazioni scavate nei tronchi alle triremi romane, alle galere veneziane, dalle caravelle di Cristoforo Colombo, ai galeoni, dai velieri ai brigantini e alle fregate, dai modelli delle barche della marineria triestina del’800 a quelli dei piroscafi del Lloyd Triestino, dalle navi bianche del 1900 agli yacht da crociera.

Di grande interesse per quanto riguarda l’economia della città e la storia dei suoi abitanti è di sicuro la sezione dedicata alla pesca con lenze, reti, ami e diorami.

6. Museo d’Arte Orientale

Questo museo si trova a pochi passi da Piazza Unità d’Italia (via san Sebastiano 1) presso un delizioso palazzetto. Contiene collezioni di abiti e tessuti in seta ricamata del tardo periodo Qing (XIX secolo), porcellane dal periodo Song (XI-XIII secolo) al tardo periodo Qing (XIX secolo), sculture e oggetti legati a Confucianesimo, Taoismo e Buddismo della Cina, oppure le porcellane e le maschere del teatro popolare kabuki, giapponese.

Affascinante è senza dubbio anche la ricca raccolta di armi e armature dal XV al XIX secolo, le incredibili armature complete dei Samurai e alla raccolta di katane e wakizashi

Si tratta di una collezione piccola ma suggestiva che fa immergere il visitatore nell’atmosfera orientale.

7. Museo Ferroviario di Trieste Campo Marzio

Per gli appassionati di trenini, ecco il museo perfetto. Si trova in via Giulio Cesare 1 e, tra lo snodarsi delle sale, racconta la storia ferroviaria non solo della città di Trieste ma anche legata all’Europa.

La collezione interna è molto ricca e riflette la storia complessa di Trieste e del suo territorio, tra impero asburgico, Italia, Jugoslavia e, Slovenia.

8. Museo della Risiera di San Sabba

comune triesteTra i musei della rete civica di Trieste spicca questo luogo denso di memoria e interesse storico. Si tratta di  un luogo che ha tristemente segnato la storia italiana nel periodo della seconda guerra mondiale: un campo di detenzione per ebrei e prigionieri di guerra; l’unico in Italia dove è stata rinvenuta la presenza di un forno crematorio.

Un luogo capace di commuovere ed indignare i visitatori e- per questo – dovrebbe essere inserito in tutti i percorsi turistici nella zona. Nel museo sono visionabili celle e camere di tortura e, inoltre, è prevista la  presenza di spezzoni di documentari ed interviste, che riportano il visitatore indietro nel tempo.

Un’ulteriore cosa da segnalare è che l’entrata al museo è gratuita con il solo costo di 2 euro se si desidera l’audio guida.

Il museo si trova in via Palatucci 5, un po’ distante dal centro città ma facilmente raggiungibile con il bus.

9. Museo Storia Patria

Anche quest’ultimo museo che segnaliamo fa parte del centro civico Trieste . Contiene  diverse testimonianze storiche  (come documenti, cimeli, dipinti, stampe) basate sulla vita e sul folclore della città.

Ottimo da visitare per tutti gli appassionati di storia civica, che riusciranno anche a scoprire gli influssi del passato sullo stato attuale.

Il museo si trova in via Imbriani 5.

10. Museo dell’Orto lapidario

Questo museo si trova in Piazza della Cattedrale, 1. Il visitatore potrà scoprire epigrafi, monumenti e sculture dell’epoca romana, medievale e moderna in seguito si è arricchito con donazioni private di reperti di diverse civiltà.

Adiacente al museo si trova il Giardino del Capitano, dove sono stati raccolti tutti i materiali lapidei di qualche importanza storica o artistica, appartenuti a edifici cittadini andati demoliti. Nei vari settori di questo deposito-esposizione si possono vedere, ad esempio, le iscrizioni relative alle mura cittadine, in particolare quelle provenienti dalla Torre dell’Orologio o del Porto, che si trovava nell’area dell’attuale piazza dell’Unità d’Italia, proprio al centro.

Avete trovato utili questi consigli? Non esitate, inoltre, a passeggiare per il centro storico di Trieste dove ogni pietra è capace di raccontare una storia tutta da ascoltare…

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali